Giovedì 21 Agosto 2014 16:57

ANCHE LE CARABINE DEVONO AVERE AL MASSIMO DUE COLPI NEL CARICATORE,

PERO' NE POSSONO AVERE FINO A CINQUE!

Se non ci fosse da piangere verrebbe da ridere.

Ieri è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge che ha convertito il decreto legge n° 91/214 che era stato emanato a giugno e che limitava a due il numero dei colpi contenuti nei caricatori delle armi da caccia a canna rigata, come fossero dei semiautomatici a canna liscia.

Dopo un tira e molla durato quasi due mesi, il parlamento è riuscito a partorire quella specie di barzelletta che leggete nel titolo, in base alla quale le carabine non possono avere più di due colpi nel caricatore, però se si usano per la cacci al cinghiale ne possono avere anche cinque (!).

Anche un avvocato bolso potrebbe vederci un profilo di incostituzionalità, senza parlare del fatto che è da pochissimo che è entrata in vigore una norma che limita a cinque (non a due) i colpi nel caricatore delle armi da fuoco lunghe, con la possibilità di arrivare fino a 29 colpi nel caso di armi sportive se la relativa federazione lo ritenesse opportuno.

Da oggi  21 agosto 2014 comunque il divieto di tenere più di due colpi nei caricatori per fucili da caccia  a canna rigata, oppure cinque colpi nel caso di caccia al cinghiale, è valido ed operante, e potrete giurarci che la Forestale per un bel po' non baderà ad altro, perciò mettetevi in regola.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Gennaio 2015 12:51